Attività Marzo 2018

In questa sezione del sito trovate gli eventi organizzati dalla nostra associazione.
Nella SEZIONE ARCHIVIO gli eventi organizzati negli anni precedenti.

Calendario attività Marzo 2018

07 Marzo - ‘Cafè-Philo’ - A. BONI: Alice: il linguaggio, la logica, il cuore - Casina del Curato –Roma

14 Marzo - ‘Cafè-Philo’ - L. VISCO: Questioni di Bioetica - Casina del Curato –Roma

21 Marzo - ‘Viaggiare con...filosofia’ - E. BOCCONI e M. VOLTAN: Etiopia - Casina del Curato –Roma

22 Marzo - ‘Cafè-Philo’ - R. BUQUICCHIO: L'ironia - Officina Coviello – Milano

28 Marzo - ‘La filosofia interroga la scienza’ - R. BODEI: Tatto: misura e discrezione - CNR –Roma

 
Vivere con Filosofia presenta: Cafè-Philo Alice con Adriana Boni - Casina del Curato Roma 07/03/2018
Vivere con Filosofia presenta: Cafè-Philo Questioni di Bioetica con Luciano Visco - Casina del Curato Roma 14/03/2018
Vivere con Filosofia presenta: Etiopia con Elisabetta Bocconi e Maurizio Voltan - Roma 21/03/2018

07 Marzo 2018 - Casina del Curato - h. 18.00

Cafè-Philo 'Alice: il linguaggio, la logica, il cuore' - con Adriana Boni

 

Un ‘Cafè-philo’ a partire da alcuni spunti tratti da due creazioni fantastiche di Charles Lutwidge Dodgson, in arte Lewis Carroll (1832-1898): Alice nel Paese delle Meraviglie (Alice’s Adventures in Wonderland) e Attraverso lo specchio (Through the looking glass and what Alice found there).

Un modo, non certo l’unico, per riflettere su uno dei problemi più spinosi nel processo educativo: sintonizzare i canali comunicativi e la comunicazione stessa tra le generazioni.

La mia curiosità, e quella dei miei studenti, hanno fatto il resto.

 

Adriana Boni - Filosofia e Storia - LSS F. Enriques, Roma

 

14 Marzo 2018 - Casina del Curato - h. 18.00

Cafè-Philo 'Questioni di Bioetica' - con Luciano Visco

 

I nuovi progressi della medicina e della ricerca biologica ci spingono a rivisitare i principi dell'etica tradizionale per adattarli alla valutazione di ciò che dobbiamo considerare lecito in questo campo.

Possiamo far nascere i nostri figli in vitro o dobbiamo utilizzare soltanto la fecondazione naturale? Esiste un diritto morale dell'embrione a non essere manipolato? Possiamo decidere come e quando morire o abbiamo l'obbligo di vivere in qualsiasi condizione?

Far ricorso alla fecondazione in vitro sarebbe lecito solo se la fecondazione naturale non è possibile? Una persona che si trova in stato vegetativo permanente tenuta in vita mediante repirazione, nutrizione, idratazione artificiale può essere considerata viva?

Sono queste alcune delle domande a cui cercheremo di dar risposta, nell'intento di chiarire quali sono i principi, le regole e i criteri che si devono far valere nello spazio dell'etica applicata agli eventi umani propri di questo campo. Sia che si debba decidere per quanto riguarda noi o i nostri cari, sia che si voglia esprimere giudizi morali sul comportamento degli altri.

 

21 Marzo 2018 - Casina del Curato - h. 18.00

'Etiopia' - con Elisabetta Bocconi e Maurizio Voltan

Con una crescita media di crescita nel decennio di 10,8% è diventata la quarta potenza economica continentale. Ma la siccità minaccia un decimo della popolazione. (Federica Zoja)

L’Etiopia si trova ad affrontare «la più grave siccità degli ultimi 30 anni», ha dichiarato Hailé Mariam Desalegn, primo ministro della nazione sub-sahariana, lanciando un appello alle Nazioni Unite. Il drammatico messaggio fotografa una realtà inequivocabile: circa 10 milioni di etiopi sono in ginocchio per un fenomeno di certo non nuovo nel Paese

Lo spirito di questa gente e la dignità con cui vivono la loro estrema povertà non può che insegnarci a rivalutare che cosa veramente è importante e cosa rappresenta il superfluo.

Vivere con Filosofia presenta: L'ironia - Officina Coviello Milano 22/03/2018

Cafè-Philo - ‘L’Ironia’   22  Marzo  2018  Milano

 

Una nuova forma di dibattito pubblico su filosofia e vita.

 

Nell’ambito della comunicazione e del nostro modo di rapportarci alla vita,  il senso dell’ironia va declinato in modo diverso in base  al nostro modo di essere e alle  situazioni e circostanze in cui ci veniamo a trovare.  In che modo, fino a che punto e a quale scopo è bene farne buon uso?  L’incontro proverà a rispondere a queste domande. Si partirà dall’analisi del pensiero di alcuni filosofi e da esempi di vita pratica,  per poi riflettere insieme attraverso un costruttivo confronto di idee, moderato dal filosofo pratico.

 

 Rosanna Buquicchio

Professoressa di Filosofia nei Licei e Università di Roma 3 presso cui si è   specializzata in ‘Pratiche Filosofiche’. Docente di ‘L’arte del dialogo’ nei percorsi di formazione ‘Nuovo Rinascimento Digitale’ presso la Hewlett Packard Enterprise Milano.Nel 2008 fonda a Roma l’associazione culturale ‘Vivere con filosofia’ di cui è Presidente a tutt’oggi con lo scopo di diffondere la cultura delle pratiche filosofiche e del dialogo  sul territorio nazionale.

 

Le Pratiche Filosofiche

( Cafè-Philo, Filosofia per le comunità, Consulenza Filosofica)

Con questo termine si intendono una serie di iniziative culturali, formative e di consulenza che, con modalità dialogiche e di confronto, ‘praticano la riflessione’ al fine di promuovere consapevolezza critica e  capacità di modellare con duttilità i propri orizzonti di pensiero e di comunicare in vari contesti.

 

Modalità di conduzione dell’incontro

La Prof.ssa Rosanna Buquicchio  espone il significato che il concetto di ‘ Ironia’ ha assunto nel pensiero di alcuni filosofi , dagli antichi ai contemporanei.  Seguirà l’esposizione di una serie di esemplificazioni pratiche con il racconto di alcuni casi  di vita vissuta. Si solleveranno  infine alcune questioni che saranno oggetto di discussione con il pubblico che qui costituisce un gruppo di ricerca e di confronto.

 

Vivere con Filosofia presenta: Tatto misura e discrezione con Prof.re Remo Bodei - Roma 28/03/2018 - CNR Sala Marconi

28 Marzo 2018 - Sala Marconi - CNR Roma - h. 16.00

'Tatto: misura e discrezione' - Prof.re Remo Bodei - Università di Los Angeles

Il tatto, oltre che uno dei tradizionali cinque sensi, indica anche la misura e la discrezione, la cortesia e la finezza, in sostanza, il savoir faire. La parola Takt in tedesco significa, a sua volta, la battuta in senso musicale e quindi, di nuovo, l’unità di misura, il limite, il ritmo, il numero (arithmós).

Dal punto di vista morale, il tatto è un’arte difficile da apprendere: implica il mantenere la giusta e riguardosa distanza rispetto agli altri, il non essere intrusivi nella loro intimità ma, allo stesso tempo, il non rimanere freddi e distanti. Per questo non si possono ridurre i rapporti umani a etichetta, a qualcosa di esteriore, ma neppure a cameratismo a base di spintoni e pacche sulle spalle.

Nell’allentarsi dei legami sociali l’indifferenza reciproca rischia di prevalere e gli individui sembrano obbedire più a dei rituali che non a convinzioni e affetti. La maggior parte dei nostri comportamenti sono, infatti, improntati alla tiepidezza e oscillano tra la blanda ostilità e la falsa empatia, tra la distrazione e il disincanto. Cosa può indurre – e, di fatto, induce – ciascuno di noi a uscire dallo stato di tiepidezza e a condividere la vita e le esperienze altrui nell’amore, nell’amicizia e nella politica, a stabilire forme antiche e nuove di prossimità e di distanza?

© 2015-2020 Rosanna Buquicchio e Amici di Vivere con Filosofia -  Via Felice Cavallotti 73 - Roma.

Webmaster Vito Romita